Amore, sangue, parole: le poesie di Felicia Buonomo

sangue-corrotto-felicia-buonomo-interno-libri

Amore, sangue, parole: le poesie di Felicia Buonomo

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

 

“Aspetto domani.”

Felicia Buonomo converge le precedenti esperienze poetiche, manifestatesi con Cara Catastrofe (Miraggi Edizioni, di cui ScriverePoesia ha già parlato) che facevano esperienza di ricchi registri poetici (il coraggio della forma confessionale e il respiro teso che racconta una storia personale, intima e dilaniata) per toccare parole che si denudano fino all’osso, alla propria autenticità significante. Compone e ci offre così i versi di straordinaria intensità emotiva nella silloge di Sangue corrotto, libro edito di recente dai tipi di InternoLibri. Fra i fecondi e affascinanti percorsi dell’editoria indipendente, la silloge di Felicia Buonomo si colloca fra le opere di maggior spicco e assolutamente da ricordare.

Una nuova voce

Passo al setaccio i puntuali dolori

filtrandone la consistenza appiccicosa,

aderenza antropomorfa del loro agire.

Le parole che segnano una voce apparentemente dimessa – quanto tenace e passionale – sono dirette e levigate, amate fino al più profondo significato e dettate dal ritmo di un’urgenza non solo compositiva, ma direttamente attinta da un’oscurità celata dentro la vivacità della scrittura: come un pensiero oscuro che grava dietro ogni sorriso quotidiano, ma posto agli altri con il silenzio del verso. È sorprendente questa silloge perché si propone all’apparenza come poesia confessionale mossa dietro il lume straordinario di Sylvia Plath (più concisa, performante e dolce di Anne Sexton, la quale decostruiva e rifluiva su inchiostro e senza pudore le sue turbe intime) ma al contempo ogni capitolo diviene  tassello di una storia personale che ha macchiato il cuore della voce narrante, continuando a inverare le parole quasi viscerali dei componimenti, mossi dalla consapevolezza del sangue corrotto ereditato dal padre, piccolo e incerto dio, e dalla madre, sulla quale grava una sofferta vocazione materna.

Corruzione

In principio fu il sangue corrotto

dall’alcol di A. – mio fratello. Siate

fecondi e moltiplicatevi, la

maledizione. Mamma e la paura:

“Ho in me i geni della violenza”.

Si pensa come rea mai confessa.

 

È una storia che assurge a un significato sconvolgente. La perdita e corruzione della cosiddetta società naturale, la famiglia, che sorregge quella sistemica al di fuori dell’ambito domestico – e tocca abissi personali che la poesia raccoglie con deflagrante enfasi, sempre rispecchiando la compostezza della strofa con uno sforzo intellettuale e compositivo di grande tensione emotiva. La voce poetica non smentisce una dignità scritturale divenendo intensa e durevole nel suo implicito significato. Pur rimanendo scritta, come in un fiato, con una brevità caratteristica e precisa, la poesia si carica quasi all’inverosimile all’emozione, sempre sul punto di prorompere e sanguinare.

Amarsi e incontrarsi con la Poesia

Ti ho già perdonato

fino a settanta volte sette.

Non un pieno resoconto biografico, quindi, per Felicia Buonomo, ma una storia esistenziale (e artistica, inscindibile) mutuata a una struttura-racconto che origina dal cuore, ovviamente, cioè dalla genesi della famiglia. E si affaccia ad amori e incontri al di fuori della famiglia stessa, nel tentativo commovente di affrancarsi dalla propria identità di sangue, e perfino da una inveterata visione spirituale che ancora rimbomba nella memoria e che la scrittura tradisce. La poesia non nasconde certo ferite interiori che perdurano per fuorviare la propria identità; ma più che valvola di sfogo è occasione per ricomporre – sempre – la propria persona, la propria sensualità erotica, la dolcezza del desiderio che abbraccia le proprie ferite e le interiorizza nel presente: per riconoscersi ogni giorno. Per salvarsi e amarsi.

 

 

felicia buonomo, sangue corrotto, interno libri, nuova poesia, poesie pubblicate

SANGUE CORROTTO – DI FELICIA BUONOMO – INTERNO LIBRI – PAGG. 99 – € 12,35


Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Su Instagram

Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione