I cinque libri di poesia (emergente) del 2021

scrivere-poesia-valutazione

I cinque libri di poesia (emergente) del 2021

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

 

 

5 LIBRI DI POETI E POETE EMERGENTI DEL 2021

Ecco una segnalazione ideata col cuore. Come lo scorso anno (e speriamo anche gli anni futuri) ScriverePoesia delinea quelle sillogi poetiche di artisti emergenti che nel corso dell’anno ormai esaurito hanno particolarmente colpito per intensità, purezza, innovazione. Il panorama letterario italiano è ricco di nuove voci poetiche e fra queste emergono poeti di vero talento e di cui si spera possano accompagnarci e incantarci ancora con le loro composizioni. Cinque titoli finali, nessun podio, nessuna medaglia (sarebbe stata impossibile una graduatoria così certosina) e non necessariamente di edizioni del corrente anno: semplicemente libri che hanno incontrato il nostro cammino e le nostre esperienze e ci hanno rivelato una poesia vera che si è sedimentata nella nostra memoria. Soprattutto, questo post invita chiunque lo legga a comprare tali titoli, perché vale davvero la pena conoscerli.

Un segnalazione particolare a quegli Editori che hanno curato, stampato e proposto tali autori e per cui va il nostro più sentito plauso.

EMANUELA BOTTI – Immor(t)ale – La Vita Felice edizioni, pagg. 68, €12

La poesia di Emanuela Botti si volge su molteplici percezioni sensoriali e, com’è proprio in un lavorio spontaneo e certosino, si manifesta con una forza immaginifica sempre appena fiorita ma sorprendente, in una sintesi luminosa di poche perfette parole, gravide di esultanza e significato. L’erotismo è infatti gioioso, quasi a palesare, tramite il gioco dei sensi, un’impudente sensualità, mai maliziosa ma forte, incalzante come il ritmo dei versi – un gioco di lingua, di parole chiuse da un bacio, un richiamo d’amore instancabile che nella piena sincerità esige il linguaggio dei sensi, lambiti morbidamente e sempre dalla poesia che ne confessa la forza.”

 

FELICIA BUONOMO – Sangue Corrotto – Interno Libri – pagg. 99, € 12,35

Una conferma straordinaria che conchiude un percorso poetico già maturo, crudele e dolce al contempo. Le parole che segnano una voce apparentemente dimessa – quanto tenace e passionale – sono dirette e levigate, amate fino al più profondo significato e dettate dal ritmo di un’urgenza non solo compositiva, ma direttamente attinta da un’oscurità celata dentro la vivacità della scrittura: come un pensiero oscuro che grava dietro ogni sorriso quotidiano, ma posto agli altri con il silenzio del verso.”

 

AGNESE COPPOLA – Ho Sciolto i capelli – Edizioni LA Ruota – pagg. 104, € 10

La poeta ritrova nel sangue e nelle sue esperienze intime quella forza creativa indomita che le permette di sciogliersi i capelli e liberare una autoconsapevolezza coraggiosa e dalla scrittura impregnata di vitalità. Tante voci rispondono alla ricerca poetica di Agnese Coppola, tanti numi di donna, Frida in primis, e Ho sciolto i capelli si afferma subito come prova decisiva di una voce poetica che troverà, nel successivo La Sete della Sera, la luce di una scrittura più fedele alle proprie idee e a una personale visione di mondo.”

 

MONIA MORONI – Svola Balena! Poesie allo stato gassoso – Cicorivolta Edizioni – pagg. 120, € 12

Pur debitrice innamorata del Grande di Recanati, Giacomo Leopardi,  Monia Moroni rincorre nei suoi versi una luce di sogno e che si stratifica sulle cose del reale: sebbene le sue poesie nascano fra quattro mura dove “vissi la fanciullezza tarda/a scriver chiusa”, il senso di meraviglia predomina le sue parole, e la luce di sogno è in realtà un modo romantico – ma altresì lucido fino al parossismo – di ritrovare, ogni giorno, qui e ora, la vita.”

SELENE PASCASI – Senza Me – Eretica Edizioni – pagg. 60, € 14

La poesia di Selene Pascasi è satura di evocazioni. Di sguardi alla natura e alle cose che definiscono nel presente la realtà. Se non è un amore arrendevole, si tradisce dunque il forte desiderio di vita e di riscatto. Ed è per questo che il ritorno alla parola scritta affronta l’indicibile, definendo al contempo gli impulsi – anche carnali, anche erotici – di un’identità che si riappropria di sé.

Con la poesia si rielabora (si racconta) l’amore, sfiorandolo ancora, e nel farlo si rinasce, contando ogni cicatrice che la vita segna nel corpo e nel pensiero e ancora bruciano nel mentre di un’introspezione quasi chirurgica, affinata in parole sostanziali e inappellabili.”

 

 

Altri sono i libri che hanno segnato le nostre letture: una menzione va certamente a Federica Ziarelli e Sabrina Amadori per la loro scrittura poetica di disarmante intensità espressiva e chiarezza compositiva.

Tutte bellissime letture (e, curiosamente, tutte firme femminili) di cui consigliamo l’acquisto: per leggere buona Poesia e per una preziosa compagnia di Natale.








Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Su Instagram

Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione