Il tempo e la bellezza: il Recupero dell’Essenziale di Michela Zanarella

criticaIl tempo e la bellezza: il Recupero dell’Essenziale di Michela Zanarella
zanarella-michela

Il tempo e la bellezza: il Recupero dell’Essenziale di Michela Zanarella

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

 

 

“Non è tradimento il dolore”.

Una lingua segreta

Michela Zanarella, forte di un bagaglio esperienziale poetico importante (ha già pubblicato diciassette libri e sue poesie sono state tradotte in varie lingue) traccia proprio nel titolo di questa bellissima silloge, edita dai tipi di Interno Poesia, la missione di una vita: il Recupero dell’essenziale. E lo fa con la poesia, naturalmente, poiché i versi compongono gli istanti, i momenti cruciali e consapevoli di un’attitudine all’idea, primo tassello di un puzzle che compone e struttura l’identità di un individuo e della sua arte. Tale individuo tuttavia si cela dietro i versi: la poeta stessa cerca una “lingua segreta” che la guidi a un graduale nascondimento affinché sia infine la poesia a manifestarsi.

michela zanarella, scrivere poesia, pubblicare poesia, poesia emergente, interno libri

Michela Zanarella

Tempo e poesia

Nella silloge di Michela Zanarella v’è consapevolezza anche dolorosa che solo la poesia può incagliarsi nel tempo, affinché la coscienza non si perda nel suo fluire inenarrabile. Zanarella vive in ogni componimento un quadro da cui rivedere assorta il sole che “prende possesso dei nostri sguardi”, la vita che vibra allo scorrere del tempo come un’onda del mare. Il recupero dell’essenziale diviene recupero di sé, un raffronto coraggioso con l’abisso del tempo che spesso pare accompagnarci nel nulla. Ogni poesia arresta il momento di luce, un suo “contorno provvisorio” come noi siamo: provvisori, di passaggio, talvolta insignificanti, morti da vivi ma salvati forse dal senso di meraviglia che possiamo in noi trattenere e infine comprendere. La poesia stessa nel suo linguaggio coglie analogie fra noi e le tracce della bellezza rivelata dalla natura che ancora ci avvolge, sebbene compromessa dal vivere contemporaneo, nevrotico e cittadino che ci costringe alla solitudine.

Essenziale Bellezza

Nella voce di Zanarella emergono tracce di una connessione, di un restare con l’altro da sé per riconoscersi umani e testimoni di una poesia che tenta un continuo manifestarsi: come nella silloge in questione che cerca insistentemente l’essenziale. Si segue con maggior partecipazione una scrittura affrancata da ogni artefatta enfasi, diretta e profonda.

Voce e vero talento poetico

Narratrice abile e discreta, dalla voce sommessa ma precisa e di indubbia felicità espressiva, Zanarella vive quasi – attraverso l’esercizio della memoria – una doppia vita, per una oggettivazione del vivere quale radicale tentativo di comprensione della realtà, sempre fragile quanto meravigliosa e complessa: un guardarsi per guardare meglio l’altro, col quale riconoscersi. Il tempo inganna la nostra percezione dell’esistere, che pare sfarinarsi a ogni secondo; questa poesia ne cerca il significato esulando il tempo stesso, nel tentativo assiduo di capire il mistero che origina ogni nostro impulso e a cui proprio la Poesia risponde.

Recupero dell’essenziale è la splendida conferma di un talento poetico importante e – si spera – in continua evoluzione.

Recupero dell’Essenziale – Michela Zanarella – Interno Poesia – pagg. 104 – € 13

Iscriviti alla
Newsletter

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione