Il passo poetico di Francesca De Masi

inosservata-passo-venaplus-francesca-de-masi

Il passo poetico di Francesca De Masi

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

 

“Ritrovarti, riaverti.”

Edizioni Venaplus propone l’esordio poetico di Francesca de Masi, e già il titolo della silloge, Inosservata Passo, stabilisce il paradigma di una intensa ricerca poetica.

Inosservata passa lo sguardo di De Masi che nel tentativo di scrittura adopera il prodigio della sospensione del tempo, annotandone le discrepanze causate dalla bellezza del tutto; onde lo sviluppo di una poesia analitica, accompagnata puntualmente dai commenti a margine dell’autrice – come diari dell’attimo – che tradiscono ancor più forte il bisogno ineluttabile di comprensione dell’esistenza. Sparisce l’essere, l’essente, e resistono le parole.

Poesia.

Comunicazione di un intento

Espressione ermetica

Strutturata in senso.

Nonostante le tracce poetiche essenziali, quasi scarne, nonostante le singole parole che con ritmo implacabile e sincopato divengono versi propri, celando pensieri che anelano all’assoluto, Francesca De Masi passa inosservata primariamente a se stessa, nel sacrificio di un cuore confessato da cui diramano le ispirazioni suggellate dalla quotidianità.

edizioni venaplus, poesia emergente, come scrivere poesia

Francesca De Masi

In ultimo, fuoco del verso e di un linguaggio completamente denudati, emerge l’emozione, così come la segreta musicalità della rima tracciata a tratti dal componimento: la poesia tende costantemente a illuminare il legame fra sentimento, tempo, richiamo alla vita – a rischio della stessa esistenza. Per questo è necessario che la scrittura si doni al lettore cristallina, e tuttavia ermetica e personalissima quanto capace di istantanea condivisione.

Tutto mi prendo

E tutto trattengo

Estraneo riconoscere

Che corrode dentro.

Tutto trattengo

E tutto rifletto

Percezione corrotta

Che mi uccide dentro

Con la Poesia, Francesca De Masi tenta dopotutto di cogliere l’attimo, di passare osservando i sentimenti e la bellezza che satura di significato la realtà. Nella sua assidua ricerca, coadiuvata dalla Poesia stessa, ineluttabilmente permane il coraggio e la forza di scoprire se stessa in un’intima confessione verso l’altro da sé che ne coglie lo sguardo e le parole sostanziali.

inosservata passo - venaplus edizioni, poesia, esordio, poesia emergente, come scrivere poesia

Inosservata passo – Francesca De Masi – Edizioni Venaplus – Pagg. 138 – € 16,64

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione