Notte ebbra

Non classéNotte ebbra
1597138931914833-0.png

Notte ebbra

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Non siamo soli ma minuscoli,

Quasi invisibili. Le galassie danzano

Nella nostra testa. Si banchetta

Con gli stivali ai tavoli, si fantastica

Sui piaceri notturni e ubriachi

Ci crediamo lucciole.

Un giorno

Anche Dio si innamorerà

Della nostra felicità. Sarà

Come un incubo. Smetteremo

Ogni desiderio di vederci in cielo

A cantare infinite lingue

Disperse fra nuvole e tempi

Di guerra. 

Non abbiamo salvezza.

È da pazzi ricordarci bambini

In corpi molli e vecchi: siamo tutto

Nella nostra carne. La speranza

è fatale e non ci ringiovanirà.

La Sapienza non è benefica

Come il vino giovane.

La fede ci farà impazzire e nel nulla

Che saremo questo Dio premuroso

Che abbandona ogni cuore

Ci stringerà nel suo tutto

E tutto saremo.

La tua luce resiste?

Non temi quel rossore

Che vagheggia sopra il mare?

La gente ti crederà il male

E alla fine della notte non avrà memoria

Dell’adorazione

Che salvava dalla paura.

Iscriviti alla
Newsletter

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Comment (1)

Lascia un commento

Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione