Le Apparenze di un romanzo e il Covid19

Non classéLe Apparenze di un romanzo e il Covid19
1593605640700769-0.png

Le Apparenze di un romanzo e il Covid19

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

La giovane le stava graffiando entrambe le gambe tanto da spezzarsi le unghie, un paio delle quali erano addirittura rimaste conficcate nei polpacci dell’infermiera; sbavava in maniera animalesca, e un ringhio le scoprì le gengive come fosse un cane rabbioso. Alice represse un conato nel vedere la gamba scorticata, non tanto impressionata dal sangue, quanto dalle lacerazioni.

Ecco il libro ideale per l’estate: teso, adrenalinico e soprattutto raccontato con mano felice: essenziale e d’impatto. È il romanzo Apparenze di Tania Dejoannon giovane autrice che si è fatta le ossa con esperienze di scrittura in wattpad e con due romanzi autopubblicati. 

Idea ha accolto questo suo romanzo. La giovane casa editrice, dedita alla pubblicazione di romanzi di genere fantastico, si è scelta un nome assai significativa: I. D. E. A.è acronimo di Immagina Di Essere Altro: ed è vero che, immaginando un altro da sé, il mondo intero cambia ed è tutto immaginato; ma non per questo privo di significato: nel caso specifico di Apparenze ecco una storia ambientata ai giorni nostri. Prevalentemente incentrata in Italia, assistiamo al diffondersi rapido e implacabile di un virus che contagia di una strana forma di rabbia il genere umano: non si tratta di world war z e nemmeno delle opere zombiesche di G. Romero. Il racconto si svolge su differenti livelli; la gente infetta trasuda sentimenti negativi esasperati e contagiosi che forse fanno parte della sua vera e disumana natura e che mai ci preclude una violenza pericolosa contro il prossimo.

Il virus è un tema che ci sta riguardando molto da vicino, sia per la sua pericolosità (tante vittime del Covid 19lo dimostrano, purtroppo) sia per il distanziamento (o impedimento?) sociale che ci costringe a una frustrante reclusione, per colpa del quale il prossimo rischia di diventare il nemico contagioso su cui sfogare il peggio di noi.

Il romanzo di Tania Dejoannon sembra ancora più attuale e verosimile e lascia qualche momento di brivido; è costruito con meticolosa cura dei dettagli e capitoli che si avvicendano a grande ritmo. Una lettura perfetta e ricca, un romanzo che sa appassionare. 

Iscriviti alla
Newsletter

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione