La vita come viaggio consapevole: le poesie struggenti e forti di Mariella Balla

Non classéLa vita come viaggio consapevole: le poesie struggenti e forti di Mariella Balla
1602584435005183-0.png

La vita come viaggio consapevole: le poesie struggenti e forti di Mariella Balla

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Un sentimento messo a nudo con coraggio e pudore al contempo. La dolorosa consapevolezza del tempo che passa e dissipa la giovinezza; il caos della gioventù, finanche le difficoltà genitoriale acutizzate da un complesso amore materno. Ecco le poesie di Mariella Balla, che compone una silloge quale viaggio dell’esistenza, Navigare a vista, per i tipi de La Gru Edizioni. La maturità che ogni verso tradisce, centellinando parola per parola (anche una sola di esse si rivela prova di coraggio e dolore) figura poesie compatte, immediate, a volte anche crudeli, perché crudele e deludente possono essere la vita e l’amore. Non è facile scrivere poesie dell’assenza, o di un bene e un cuore disillusi, ma sono poesie fondamentali perché rimediano a una follia e pretendono un riscatto, anche a costo di una disamina spietata della propria vita messa a nudo, scoperchiandone memorie lontane e vicine, relazioni affettive e difficili, un’anima che constata la difficoltà di ritornare a una terra del passato e dell’innocenza.

La passione prende la strada dei folli, scrive appunto la poetessa, ed è appunto una passione lasciata libera come una fiamma a scaldare ogni parola. Una dura verità ne emerge: vivendo si perde gradualmente l’innocenza, e bisognerà ritornare ai buchi neri che sono stati d’inciampo nella nostra vita. E ritornare agli abissi che abbiamo sfiorato. La sincerità insita nella sua ricerca poetica è spiazzante perché pare privata della speranza, se non fosse la poesia stessa a essere quella speranza, forse la fine di un lento navigare, un’anima che non cerca più riparo dalle paure ma le accetta. L’amore ritorna con morbose spparenze, come una minaccia alla fine del giro della giostra di vita, ma anch’esso si ingloba in un destino, in un racconto che ancora va scritto, oltre ogni immaginabile confine. 

E speriamo di cuore che Mariella continui a lasciarci le sue incaute – ma accorate e durature – poesie. 

Navigare a vista

Si Mariella Balla

Edizioni La Gru

Pag. 170, € 14,50

Iscriviti alla
Newsletter

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Comment (1)

Lascia un commento

Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione