Il libro della domenica: Variazioni sul barile dell’acqua piovana

Non classéIl libro della domenica: Variazioni sul barile dell’acqua piovana
jan_wagner.jpg

Il libro della domenica: Variazioni sul barile dell’acqua piovana

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Va a Lieto Colle il merito di aver tradotto per la prima volta Jan Wagner, poeta tedesco nato ad Amburgo nel 1971 e presto affermatosi come uno dei poeti più apprezzati in lingua tedesca. Dopo l’esordio nel 2001 (Prova di perforazione nel cielo. Poesie. Berlin Verlag) Wagner ha proseguito la carriera come editor e traduttore e si è affermato di anno in anno con le sue sillogi; è approdato recentemente in Italia con Lieto Colle prima e infine nella storica collana di poesie Einaudi, con questo libro imperdibile, Variazioni sul barile dell’acqua piovana (Regentonnenvariationen) del 2014 e recentemente tradotto per l’Italia grazie alla traduzione di Federico Italiano. Una raccolta importante, vincitrice di svariati premi, che presenta (se è concesso dire) uno spettacolo di poesia, fatta di versi immaginifici nate da continue variazioni artistiche degli oggetti o dei particolari del quotidiano, poetizzate secondo una interpretazione spettacolare della loro essenza. Le sue poesie conducono in un mondo quasi estraniante, un continuo e imprevedibile incantamento:



saggio sulle zanzare

 

come se d’un tratto tutte le lettere
si fossero staccate dal giornale
e stessero come sciame nell’aria;

 

stanno come sciame nell’aria,
senza dare neanche una cattiva notizia,
muse precarie, scheletrici pegasi,

 

bisbigliano solo tra sé e sé; fatte
dell’ultimo filo di fumo, quando
la candela si spegne,

 

cosí leggere che non si potrebbe dire che siano,
paiono quasi delle ombre,
proiettate da un altro mondo nel nostro;

 

ballano, piú sottili
di un disegno a matita
gli arti; minuscoli corpi di sfinge;

 

la stele di rosetta, senza stele.

 

Wagner è un autore-rivelazione da osservare attentamente. Intanto, lasciamoci trasportare dalla sua poesia pirotecnica, quel gioco di meraviglia sospeso nel tempo che invita al sogno e paradossalmente a una realtà inaspettata.


Jan Wagner

Variazioni sul barile dell’acqua piovana

Einaudi

pag. 174, € 14



Iscriviti alla
Newsletter

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione