Giuseppe Ungaretti (1888 – 1970)

Non classéGiuseppe Ungaretti (1888 – 1970)
intervista%2Bungaretti.png

Giuseppe Ungaretti (1888 – 1970)

Condividi con chi vuoi:

Giuseppe Ungaretti ci ha lasciati nel giugno di 50 anni fa. Il fascino che esercita tuttora sui giovani lettori è forte; e chi lo conosce e lo legge difficilmente potrà dimenticarlo.

Ungaretti in guerra, Ungaretti che piange il figlioletto scomparso; che diviene ermetico; Ungaretti orfano di Nobel. Una figura essenziale che fa da spartiacque nella nostra storia letteraria. 

Con un pugno di parole, aggrappato alla vita, scriveva piccoli grandi capolavori:

Si sta come

d’autunno

sugli alberi

le foglie.

(soldati) 

Il valore assoluto della parola scarna e disperata è così espresso, e la sincerità che vi trapela ancora oggi è attualissima. Sono poesie di vita contro la morte. Poesia che sfiora il Mistero e ne canta la bellezza:

Iscriviti alla
Newsletter

Condividi con chi vuoi:

Lascia un commento

abbonamento
CONCORSO

VINCI UN ABBONAMENTO GRATUITO A SP!

Come partecipare:

scegli uno dei nostri libri e, insieme con la ricevuta cartacea di acquisto, riceverai un codice alfanumerico. Uno di questi verrà estratto il giorno 21 marzo 2024 come vincitore di un abbonamento e l’estrazione verrà comunicata tramite newsletter ufficiali e diretta su Instagram dal profilo ufficiale della casa editrice.