Essere altro, essere scrittori (e poeti): un libro di racconti di Asia Vaudo

Non classéEssere altro, essere scrittori (e poeti): un libro di racconti di Asia Vaudo
asia-vauro%2B%25281%2529.jpg

Essere altro, essere scrittori (e poeti): un libro di racconti di Asia Vaudo

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram





“Larghezza, altezza, profondità.”

 

Si sentirà ancora
parlare di questa giovanissima scrittrice di talento, Asia Vaudo.
Nella scrittura, nel sentimento impresso in questi tre racconti che
vibrano di ispirazione e forza, raccolti nel libro Essere altro,
edito da edizioni Ensemble (che conferma – bisogna dirlo – un
fantastico fiuto per opere emergenti originali e inaspettate, come
già segnalato) si leggono e vivono storie d’amore,
sguardi che distanziano e si ritrovano in dolci crudeltà quotidiane, illusioni di vita e parvenze di giovinezza sempiterna. Fra queste righe si
avverte una vibrazione, come già detto, perché le parole fanno
trasparire una forza sottesa che solo una narrazione consapevole,
misurata e con un ritmo cadenzato e irresistibile, può offrire. Un
nascosto anelito al lirismo, affrancato dalla retorica (che rischia
di sfociar sempre nella pateticità) e vicino alla poesia, che
talvolta emerge quasi come motivo principale che muove la storia
(come nella seconda, intitolata Sam) e che compatta i frammenti –
e i dettagli – su cui l’esistenza dei personaggi si
muove.

E infatti la scrittura
pare librarsi nel silenzio, in fondamentali spazi bianchi in cui
Asia Vaudo, con spiazzante onestà, rappresenta e confessa il momento
fondamentale del non detto. La prosa si frammenta esattamente
come le voci dei personaggi (ogni racconto ha come titolo un nome
proprio che tenta di definire una traccia d’esistenza) e, nella sua
frammentazione, i versi che ne conseguono accompagna una storia
interiore che con enorme fatica e dolore riemerge nel tempo e nello
spazio del mondo. Essere altro significa forse essere
altrove
, essere fuori dagli schemi rigidi della quotidianità, ma
permette anche di vedersi; non è solo uno specchiarsi nell’altro da
sé – nell’amico occasionale, nell’amante perduto, negli affetti
volati via – ma un riconoscersi e un riamarsi, spesso con pena e
con estremo sacrificio di sé, rischiando di disconoscersi e perdersi
per sempre.

Asia Vaudo – Essere Altro

Ogni particolare
descritto (un sigaretta tenuta in mano, parole di una conversazione
che escono fantasiose e tremule dalla bocca, fino ai pensieri più
nascosti e sognanti – come nel primo racconto, George) è fondamentale e racchiude un attimo di vita
che non si può ignorare e che l’autrice attende.

Quanta
ispirazione e verità si attende, invero, in questi racconti che si
bevono d’un fiato?

Non è
forse la scrittrice stessa che cerca, con la narrazione e soprattutto
con la poesia disseminata fra le pagine, a essere altro, come un
poeta che tenta di cogliere e descrivere i colori sfuggenti della
vita?

Ecco
infine pagine passionali in cui ammirare, come osserva lo scrittore e
giornalista Roberto Cotroneo, “un lato lirico forte e intenso”.

Ed
ecco, soprattutto, un libriccino prezioso, intenso, con tre storie
che incantano e che attendono – sempre – di essere lette.

Asia Vaudo

Essere Altro

Edizioni Ensemble

Pag.146, € 15

Iscriviti alla
Newsletter

Condividi con chi vuoi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Si consiglia di concludere gli ordini entro il 18 dicembre. Dopo tale data, non si può garantire la puntualità delle consegne entro Natale.
+
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione
Per scambiare con noi qualche parola 
(o per capire che cosa facciamo nel concreto, per voi e per noi)
 
Un caro saluto,
La Redazione